2 Giu 2017

Il riciclo degli imballaggi in plastica fa muovere l’economia

Riciclare gli imballaggi in plastica fa bene all’ambiente, aiuta lo sviluppo dell’occupazione e contribuisce a far crescere l’innovazione industriale.
Riciclando la plastica, negli ultimi 10 anni (ricerca Althesys), si è risparmiata l’immissione in atmosfera di circa 7 milioni di tonnellate di anidride carbonica, grazie al recupero di 3,3 milioni di tonnellate di imballaggi, oltre a una sensibile riduzione del ricorso alla discarica (nel 2015 lo 0,8%).

Non solo: la vendita di materia prima riciclata ha generato 668 milioni di euro di fatturato e l’indotto industriale stimato per questo settore arriva oggi ai 3 miliardi di euro.
E che dire poi dei risvolti positivi sul lato occupazionale? La filiera del riciclo crea nuovi posti di lavoro e la nascita di aziende innovative e startup. Nell’ultimo rapporto “L’Italia del Riciclo 2016” si trovano affascinanti storie di imprenditori che hanno iniziato a creare business partendo dal recupero di materiali. È il caso di Preco System di Gemona del Friuli (UD) che progetta e produce arredi urbani, giochi per parchi, briccole, pontili e camminamenti in plastica riciclata al 100%, derivata dalla raccolta differenziata urbana. Oppure della Greenrail di Roma che realizza traverse ferroviarie con plastica riciclata e gomma ottenuta dal recupero di pneumatici, che hanno anche il vantaggio di abbattere le vibrazioni e la rumorosità rispetto alle tradizionali traverse in calcestruzzo.

< TORNA ALL'ELENCO NEWS